Big book, small book

005

Interno libreria.

Sto cercando un libro a me caro su uno scaffale nel reparto Letteratura per Ragazzi, intanto (come al solito) do un’occhiata. Dietro di me, una signora di una certa età chiede l’attenzione del commesso.

Prozia: “Scusi, sto cercando un libro per il compleanno di mio nipote.”

Il commesso, giovane, educato chiede: “Quale età ha suo nipote?”

Prozia: “Fa la prima media.”

Commesso: “Ha già letto Harry Potter? Altrimenti potrebbe iniziare con La Pietra Filosofale  e poi, se gli piace, continuare con gli altri…” e le porge il libro.

Prozia: “Mah… Non so…E poi il libro mi sembra un po’ troppo alto per mio nipote…Aspetti che chiamo la madre e chiedo consiglio a lei. Sa, non vorrei sbagliare…”

Mentre Prozia si appresta ad usare il suo smartphone con auricolare, seduta sulla seggiolina messa a disposizione dei piccoli lettori dai gestori della libreria, Commesso si dedica a me andando alla ricerca del mio libro nel reparto “nuovi arrivi”. Io rimango lì, in attesa del suo ritorno, ad ascoltare Prozia che parla con Mamma del Nipote.

Prozia: “… Sì, il commesso ha detto che questo qui, come si chiama…erripotter, va bene per un bambino della sua età… No… non so… Sì, beh…ecco… sì, alto è alto il libro…forse troppo!”   Commesso, nel frattempo, torna dicendomi che deve cercare altrove il libro che io vorrei comprare e intanto porge alla signora la copia di un altro libro, decisamente meno “alto”.

Prozia (sempre rivolta a Mamma del Nipote) : “Senti, il signore gentile qui mi sta facendo vedere un altro libro… Cosa? Sì, sì, questo è più basso…sì, sì, la copertina è proprio bella colorata. Tanto colorata, sì… Sì, anche le figure dentro sono colorate…Beh, no, le figure non sono tantissime, ma sono grandi…”

Commesso (disperato, va detto) le ficca in mano (in extremis) la copia di un altro libro. Prozia: “Oh! Aspetta! Il signore gentile mi ha dato un altro libro da guardare! E’ di un certo Rooo—aaaa-ll-d D—aaaah—l!”

Non ho resistito: mi sono girata, ho fatto un sorriso a 56 denti a Prozia e ho alzato il pollice verso l’alto sillabandole sulle labbra: “Andrà benissimo! Si fidi!” Prozia ricambia il sorriso a 56 denti ed esclama a Mamma del Nipote: “Una signora qui dice che andrà benissimo!!! Cosa dici? Lo prendo?? Sì? Va bene! Ciao!” E riattacca, con il sole dipinto sul volto.

Intanto, Commesso torna con la copia del mio libro, scambiamo due parole, poi entrambi incrociamo di nuovo lo sguardo di Prozia, la quale, rivolta a me, chiede speranzosa: “Signora, allora lei crede che questo libro qui andrà bene??” Io: “E’ Dahl, signora, qualsiasi libro di questo autore piacerà sicuramente! E’ tra i migliori autori di letteratura inglese per ragazzi!” Prozia continua: “Guardi qui, signora, il signore gentile mi ha dato questo, si chiama Il GGG, sarà bello vero?” Io: “E’ bellissimo signora, ma magari se suo nipote è un po’ maschiaccio (conosco il tipico lettore maschio di prima media…) magari preferisce un testo con un protagonista maschile. In questo libro l’eroina è una bambina, sa…” Prozia, con un invisibile lazo, acchiappa al volo Commesso, che si aggirava nei paraggi e gli chiede: “Signore! Avete qualcos’altro di questo autore????!!” Gongolante, commesso risponde: “Ma certo, signora: di Dahl abbiamo tutto!”

A quel punto io e Commesso ci alleiamo per aiutare Prozia. Dagli scaffali sbuca fuori una copia de Gli Sporcelli. “Bellissimo!!” esplodo io con sincero entusiasmo. “L’ha letto???” Chiede Prozia. “Cosa dice, piacerà a mio nipote??” Io: “Ma sì, signora, stia tranquilla! Non può non piacergli! Si divertirà molto a leggerlo!” Prozia si gira da Commesso per avere conferma: “E lei che ne pensa??” Commesso: “Signora, io ho imparato a leggere con Dahl e il primo libro che ho letto è stato proprio Gli Sporcelli.”

Prozia (giggling, come direbbero gli inglesi) trionfante chiosa con un “Va bene lo compro!! Anzi, no, guardi, li compro tutti e due: tanto non sono tanto alti!”.

˷

Piaceranno davvero a Nipote, i signori Sporcelli? I signori Sporcelli sono brutti e cattivi. Anzi: bruttissimi e cattivissimi. Puzzano, sono sporchi, lui ha una lunghissima barba incolta in cui rimangono attaccati pezzi di cibo, lei ha un occhio di vetro; vivono in una casa senza finestre; coltivano cardi e ortiche in giardino per allontanare “i bambini rompiscatole e ficcanaso”; tengono prigioniera una famiglia di scimmie e cospargono l’Albero Morto di Colla Nontimolla ogni settimana, per catturare gli uccellini per il “pasticcio di uccellini del mercoledì”; l’unico divertimento che hanno è farsi reciproci scherzi meschini. Ma chi di scherzo ferisce di scherzo perisce e i signori Sporcelli non vivranno un happy ending. Ai cattivi, nella bella letteratura, non viene mai concesso.

Ora, prozie della blogosfera: se avete un nipote in età da prima media che sta per compiere gli anni, sapete quale libro regalargli. Non è nemmeno tanto alto, quindi se proprio non gli piacerà non vi farà troppo male quando ve lo tirerà addosso, sfogando così il suo disappunto. In quel caso, diseredatelo.

Questo post partecipa al Venerdì del Libro di Homemademamma alla quale prometto di smetterla con le recensioni dei libri di Dahl. Parola di Lupetto!

Annunci

17 risposte a “Big book, small book

  1. Confermo, gli Sporcelli è bellissimo e divertentissimo, e se il Nipote è taaaaaanto pigro se lo può ascoltare pure in audiolibro, che piace a tutte le età (a meno che non si sia costretti ad ascoltarlo per un mese o due di fila tutte le volte che si sale in macchina, ovvio) 😉

    • All’audiolibro non avevo ancora pensato, anche se li avevo visti in inglese. Spero che a Bambino continui a piacere la lettura silenziosa (nella mente, come dice lui) perché sentire lo stesso libro per un mese potrebbe essere deleterio per il mio equilibrio psico-fisico! 😉

    • Di Dahl ho letto quasi tutto in inglese e ora sto rileggendo in italiano per Bambino. Per fortuna Dahl piace anche a lui. In merito alle dimensioni del libro, a volte i libri “bassi” hanno contenuti altissimi! 😉

  2. Mia figlia sta leggendo “la fabbrica di cioccolato” di dahl.
    Direi che la signora dopo un inizio che avrebbe fatto inorridire qualunque buon lettore, è uscita con due ottimi acquisti, bravi voi che l’avete salvata all’ultimo minuto…

    • E’ la bimba piccola o la bimba che ha fatto gli esami? Spero che Charlie le piaccia e che legga poi tutti gli altri. 🙂
      Credo che Prozia fosse un po’ triste di suo, sapendo che razza di lettore sia Nipote. E’ veramente uscita dalla libreria felice e speranzosa che Gli Sporcelli e il GGG gli facciano cambiare atteggiamento nei confronti della lettura. E anch’io, in cuor mio, spero che i libri siano stati apprezzati.
      Un abbraccio.

  3. Ahahahah! Non avevo mai pensato ai libri in termini di alto o basso 😀
    Meno male che c’eri tu altrimenti il povero commesso non ne sarebbe uscito vivo!! Comunque Gli Sporcelli li devo prendere anch’io.

    • Pensa che dopo avere preso il libro che vedrai domani, uscita dalla libreria ho pensato che forse forse avrei dovuto prendere ad Alex anche quello! (in fondo sarebbero stati entrambi due libri mooooolto bassi, ma moooooolto belli!!) 😉

  4. Pingback: recensione libri per adulti e bambini | Homemademamma·

  5. Il siparietto della rpozia è stupendo!!! 😀
    Io di Dahl non ho ancora preso nulla perchè ho i figli ancora piccoletti, ma ci penserò senz’altro tra un pò di tempo 😉

    PS: misurare i libri in altezza è uno spasso 😀

  6. Il libro non l’ho letto ma conosco un passaggio che mi è molto piaciuto: “Se una persona ha brutti pensieri, dopo un po’ glieli leggi in faccia. E quando i brutti pensieri li ha ogni giorno, ogni settimana, ogni anno, il suo viso diventa sempre più brutto, finché non diviene talmente brutto che non sopporti quasi più di guardarlo.
    Una persona con pensieri gentili non potrà mai essere brutta. Potrà avere il naso bitorzoluto e la bocca storta e i denti in fuori ma, se ha pensieri gentili, questi le illumineranno il viso come raggi del sole, e apparirà sempre bella”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...