Fasten your seatbelts, please!

cars

Sono fortunata. A Bambino i mezzi di trasporto sono sempre piaciuti. Lui in auto si rilassa, in treno anche, stessa cosa in aereo. A Londra ho passato più tempo su mezzi di trasporto nei sei giorni in cui ci sono stata con lui, che in tutta la mia vita londinese.

Pur di stare su un mezzo di trasporto, Bambino si farebbe incollare con la colla a caldo sul sedile: ecco perché non ha mai avuto problemi a usare il seggiolino. Fin da neonato. Non è mai salito su un’auto senza, neppure per fare pochi metri. Non ha mai fatto storie e non abbiamo mai dovuto costringerlo in nessun modo. Quando per la prima volta mi ha chiesto perché si usavano i seggiolini per i bambini, gli abbiamo detto che i seggiolini e le cinture rendono sicuri i viaggi dei passeggeri delle auto. Qualche mese fa (ora Bambino ha 6 anni e mezzo) gli abbiamo fatto vedere i video dei crash tests che le case automobilistiche hanno postato su youtube, così il concetto è stato più chiaro di tante parole.

Stessa cosa in bici: seggiolino (prima, adesso è autonomo-bici-munito) e caschetto. Sempre. (Gli ho solo abbonato le ginocchiere e le gomitiere perché forse il mio mammachioccismo stava rasentando l’assurdo, come quando chiesi alla pediatra se poteva prescrivermi un caschetto protettivo per la testa quando ha cominciato a gattonare prima e a camminare poi…). Il massimo della trasgressione è stato il pezzetto di cartone attaccato con la molletta dei panni che fa fare alla bicicletta il rumore della moto (lo so, fa tanto anni ’70, ma io i miei pezzi di infanzia li ho vissuti a quei tempi e sono una nostalgica!).

La sola idea di essere redarguito da polizia e/o carabinieri in caso di mancato uso del seggiolino, poi, lo manda in crisi perché è cresciuto a pane e regole. Le regole ci sono, servono per il nostro benessere e vanno rispettate. Punto. Ha talmente interiorizzato questa regola che si è sempre rifiutato di sedersi su un’auto senza seggiolino. Sapeva bene, fin dal momento in cui ha cominciato a comprendere le cose della vita, che neppure l’abbraccio della persona più cara lo avrebbe salvato nel caso in cui in un incidente si fosse ritrovato a volare all’interno dell’abitacolo di una automobile.

Abbiamo ogni giorno davanti agli occhi esempi di incoscienza e trasgressione di queste semplici regole, anche tra le persone più vicine a noi. Io non riesco a comprendere. Bambino neppure. Meno male. Saremo anche i “gienitori pegiori”, ma almeno da questo punto di vista abbiamo fatto un buon lavoro di educazione, non solo stradale.

Questo post partecipa (un po’ in ritardo sui tempi) alla campagna Noi Viaggiamo Sicuri di Claudia, Caterina e Monica di Appuntamenti CreAttivi.

Annunci

6 risposte a “Fasten your seatbelts, please!

  1. Grazie Monica! (E non sei in ritardo perchè la campagna é sempre aperta, piú se ne parla meglio è :))
    Hai fatto un gran lavoro con il tuo bimbo e son sicura che sei la prima ad allacciarti le cinture quando sei in auto 😉 vero?
    È bello quando i piccoli recepiscono quello che per noi è importante. 🙂
    A presto!

  2. Meno male! Ma quanti ne vedo in Italia con bambini che vagano nelle auto? E magari il liberal genitore è al telefono che allegramente conversa zigzagando nel traffico! 😦

  3. Anche io fortunatissima. Il mio bimbo non si è mai lamentato del seggiolino o cinture di sicurezza. Però la sicurezza è importante, troppo importante e anche nel caso di bimbi che piangono in auto è preferibile trovare soluzioni alternative a quella di viaggiare in braccio ai genitori. Grazie per aver partecipato alla campagna sicurezza 🙂

    • Come dicevo, gli irresponsabili sono molto, molto vicini anche a noi. Nel nostro piccolo, facciamo il possibile per cercare di far capire il concetto della sicurezza, ma spesso invano. Ho visto bambini trasportati in piedi sul sedile davanti appoggiati al cruscotto.
      E’ stato un piacere partecipare alla campagna sicurezza! Il prossimo passo però è lasciare un innesto! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...